Home approfondimenti Usare il cuociriso: proporzioni tra acqua e riso

Usare il cuociriso: proporzioni tra acqua e riso

di Sergio Maria Teutonico
cuociriso proporzioni tra acqua e riso

Proporzioni tra riso e acqua nel cuociriso

Utilizzo quasi ogni giorno il cuociriso per preparare i miei pasti: è un valido alleato in cucina poiché mi consente di preparare cereali e verdure, ma non solo, in maniera semplice e senza dover abbondare in condimenti grassi.

Se anche voi siete entrati come me nella schiera degli utilizzatori frequenti del cuociriso allora saprete bene come, nei primi utilizzi specialmente, sia fondamentale scegliere le giuste proporzioni tra alimenti e acqua.

Voglio condividere con voi le proporzioni che normalmente utilizzo per il riso che mangio spesso poiché sento che mi sazia di più rispetto alla pasta ( che amo e amerò sempre).

Sebbene all’interno di ogni pentola cuociriso ci siano tacche di misurazione che indicano quanta acqua aggiungere, ho potuto constatare che non sempre sono affidabili al cento per cento e quindi nel tempo ho imparato a seguire queste proporzioni che sembrano funzionare egregiamente.

La quantità di riso che utilizzo varia a seconda della combinazione con altri elementi che apportano carboidrati al mio pasto ma di solito cucino 100 g di riso a persona.

Per i risi come il Basmati, Thaibonnet e Jasmine utilizzo un rapporto di 1 a 1, ovvero 100 g di riso per 100 g di acqua.

  • Risi a grana lunga utilizzo un rapporto di 100 g di riso per 175 g di acqua.
  • Per quelli a grana media invece meno acqua, 100 g di riso per 150 g di acqua.
  • Riso dal chicco piccolo (meglio usarli per le minestre però), 100 g di riso per 125 g di acqua.
  • Per il riso integrale invece occorre parecchia acqua e quindi per 100 g di riso aggiungo 250 g di acqua.

Le aromatizzazioni variano, utilizzo spezie, erbe fresche e qualche volta erbe essiccate.

Tutto serve a dare gusto e in base alle verdure che accompagnerò al mio riso scelgo cosa usare come aromatizzazione.




Una piccola accortezza è anche quella di sciacquare il riso prima di metterlo in cottura, ovvero prima lo pesate poi lo sciacquate, altrimenti le proporzioni si sfalsano e il riso cuoce troppo.

Se non sciacquate il riso potrebbe formarsi una crosticina sul fondo della pentola, a me personalmente piace moltissimo, fate delle prove e poi decidete.

In questo articolo: CUOCIRISO: come funziona e come usarlo vi parlo dei tempi di cottura di molti altri cereali, leggetelo e sarete ancora più bravi nell’utilizzo di questo fantastico attrezzo!

  • Quale cuociriso comprare?
    Questi sono alcuni modelli economici ma al tempo stesso eccellenti in commercio e  io personalmente uso il primo:

ALTRI ARTICOLI DA LEGGERE



Altri articoli interessanti:

lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: