Tortine alle nocciole con crema al gianduia

Tortine alle nocciole con crema al gianduia
di Sergio Maria Teutonico

Ogni tanto un dolce ci vuole, e quando ci vuole è bene farlo come si deve. Se volete per esempio farcire le tortine con una crema già pronta, diffiddate dalle “creme alla nocciola” industriali, in commercio ne trovate moltissime artigianali che sono una delizia. Parola di Chef.
Ingredienti
Per le mini pie:
250 g farina
2 albumi
80 g burro
100 g nocciole
100 g zucchero
50 g Cointreau
5 g lievito istantaneo
scorzetta di limone grattugiata
Per la crema:
100 g cioccolato gianduia
50 g burro
2 tuorli
50 g zucchero
100 g panna
Per decorare:
granella di nocciole
zucchero a velo
Tortine alle nocciole con crema al gianduia
Facciamo la base alle nocciole – sciogliere il burro a bagnomaria insieme al Cointreau.
Montare gli albumi a neve ferma con lo zucchero e incorporarvi la farina setacciata con il lievito.
Aggiungere dolcemente il burro tiepido, la scorzetta grattugiata e la granella di nocciole.
Disporre il composto in una teglia foderata di carta da forno formando uno strato di un centimetro circa
Infornare e cuocere a 180°C per 15/20 minuti .
Quando il composto sarà cotto farlo raffreddare quindi ricavarne dei dischetti di tre centimetri di diametro.
La crema al gianduia – sciogliere a bagno-maria il cioccolato insieme al burro.
Montare i tuorli con lo zucchero. Montare la panna. Incorporare il cioccolato freddo ai tuorli montati. Incorporare ora la panna con delicatezza.
Lavorare il composto fino a ottenere una crema piuttosto spessa. Lasciare indurire per qualche tempo in frigorifero.
Comporre le mini pie: disporre un dischetto di torta di nocciole sul piano di lavoro e su di esso porre un ciuffetto di crema. Porvi sopra un altro dischetto di torta facendo in modo che la sua faccia piatta sia rivolta verso l’alto.
Premere delicatamente livellando la crema. Ripetere l’operazione per tutti i dischetti. Decorare i dischetti con la granella di nocciole sui lati e con lo zucchero a velo sopra.

ISCRIVITI AI NOSTRI CORSI DI PASTICCERIA

Commenti

Lascia una risposta
  1. Buona sera chef per lievito istantaneo si intende il lievito per dolci (tipo pane angeli o bettolini ) grazie per la risposta e buona serata. Tommaso Teutonico

  2. Buongiorno chef!
    È possibile pastorizzare i tuorli della crema?
    Ho timore sempre ad usarle senza cottura in creme e salse.
    Grazie.

    • Ciao Giovanna.
      Puoi usare quelli in brik che già lo sono.
      In alternativa preparare una pate a bombe e poi aggiungere gli altri ingredienti, anche se mi sembra u n tsntino troppo.
      Un caro saluto.
      SMT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Caricamento in corso …

0

Scritto da Sergio Maria Teutonico

Classe
1971, Consulente per la ristorazione, Executive Chef, Sommelier
professionista, esperto di analisi organolettica e scrittore di
successo.
E' nato a Milano nel 1971, città che lo ha visto muovere i suoi primi
passi in ambito enogastronomico.
Insegna nella sua scuola di cucina a Torino "La Palestra del Cibo" e negli
anni è stato protagonista di molti fortunati programmi televisivi tra
cui "Chef per un giorno" e "Colto e mangiato".

risotto agli asparagi

Risotto agli asparagi (non si rifiuta mai!)

ravioli-ricotta-e-spinaci

Ravioli ricotta e spinaci con burro e salvia