Rosa di zucchine, radicchio e carote

Rosa di zucchine, radicchio e carote
di Sergio Maria Teutonico

Perché regalare un mazzo di rose quando si può regalare una teglia di rose di zucchine, radicchio e carote? Bella, gustosa, ricca di verdure e facile da preparare! Io uso una pasta a base di strutto, acqua e farina che dovrete far lievitare per poco più di un’ora. Il risultato sarà così invitante che neanche i bambini riusciranno a resistere!
Ingredienti:
Per la pasta
500 g farina 00
250 g acqua
20 g sale
50 g strutto
1 g lievito di birra
Per il ripieno
1 radicchio, 1 zucchina e 1 carota
sale
pepe
olio extravergine di oliva
1 uovo
semi di sesamo
semi di papavero
Rosa di zucchine, radicchio e carote
Per la pasta – disporre la farina a fontana sul piano di lavoro.
Aggiungere l’acqua dove avrete precedentemente sciolto il lievito.
Impastare velocemente e quando l’acqua sarà stata assorbita dalla farina aggiungere prima il sale e, dopo averlo fatto assorbire dall’impasto, l’olio (o strutto).
Lavorare la massa fino al completo assorbimento dell’olio quindi lasciare a riposo per un’ora circa coprendo il tutto con un telo pulito.
Per il ripieno – lavare e affettare sottilmente la zucchina e la carota.
Condirle con sale, pepe e olio e lasciare che insaporiscano qualche minuto.
Nel frattempo lavare il radicchio e dividere le foglie in losanghe spesse come le fette di zucchina.
Comporre la torta – con il mattarello ricavare un rettangolo di pasta piuttosto sottile.
Dopo averlo condito con un velo d’olio disporvi le fette di carota, di zucchina e di radicchio creando varie “linee” di colori che si alterneranno.
Una volta terminate le verdure arrotolare l’impasto formando un cilindro che affetterete in pezzi di 3 centimetri circa.
Prendere una tortiera dai bordi alti, ungerla appena e disporvi le fette di impasto facendo in modo che le verdure si vedano e che formino un effetto a “rosa”.
Lasciare riposare per mezz’ora circa quindi spennellare di uovo, decorare con i semi di sesamo e di papavero e infornare a 180°C per 30 minuti circa.
Lasciare intiepidire prima di servire.

ISCRIVITI AI NOSTRI CORSI DI CUCINA

corsi di cucina online sergio maria teutonico

Commenti

Lascia una risposta
  1. Mi ero persa questa ricetta! Domanda: se si volesse usare l’olio al posto dello strutto la quantità sarebbe la medesima?
    Grazie
    Vivi

    • Ciao Viviana,
      lo strutto conferisce una particolare consistenza all’impasto, nei tuoi esperimenti domestici puoi usare il grasso che preferisci. La quantità sarà la medesima ma il risultato sarà decisamente differente.
      A presto
      SMT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Caricamento in corso …

0

Scritto da Sergio Maria Teutonico

Classe
1971, Consulente per la ristorazione, Executive Chef, Sommelier
professionista, esperto di analisi organolettica e scrittore di
successo.
E' nato a Milano nel 1971, città che lo ha visto muovere i suoi primi
passi in ambito enogastronomico.
Insegna nella sua scuola di cucina a Torino "La Palestra del Cibo" e negli
anni è stato protagonista di molti fortunati programmi televisivi tra
cui "Chef per un giorno" e "Colto e mangiato".

Brasato-al-vino-rosso-2.jpg

Brasato al vino rosso

Involtini di pollo croccanti

Involtini di pollo croccanti