Come preparare un ottimo ragù di coniglio

Ragù di coniglio
di Sergio Maria Teutonico

Il ragù di coniglio è una preparazione semplice e delicata.
Il coniglio ha una carne molto magra ma dovete stare attenti alla sua provenienza.
Spesso in alcuni allevamenti somministrano medicinali ai conigli e li alimentano in maniera errata, quindi scegliete consapevolmente.
Il mio ragù di coniglio è preparato con diverse erbe aromatiche e con l’aggiunta delle taccole, dolci e croccanti.
Ingredienti:
350 g di polpa di coniglio
100 g di taccole
2 gambi di sedano
1 cipolla bionda
1 carota
brodo di carne
vino bianco
timo-maggiorana-salvia-rosmarino
pecorino grattugiato
olio extravergine d’oliva
sale e pepe

Come fare:

Spuntare e tagliarle a pezzi grossolani le taccole, lessarle dunque in acqua bollente per qualche minuto.
Scolarle e tenerle da parte.
Ridurre la polpa di coniglio in una dadolata di piccole dimensioni.
Se avete un coniglio in pezzi con ancora le ossa, fatelo cuocere così com’è, si insaporirà e una volta cotto potrete eliminare le ossa e tritare la carne.
Tritare molto finemente sedano, carota e cipolla e farli appassire in un filo d’olio.
Quindi unire la polpa di coniglio e dopo un paio di minuti bagnare con 50 g di vino bianco.
Salare, pepare, coprire a filo con il brodo e cuocere a fiamma bassa fino a quando il fondo non si sarà ridotto.
Completare con un trito di erbe aromatiche.
Unire le taccole al ragù e saltarle con il condimento.
Scegliere la pasta da utilizzare, cuocerla, scolarla e saltarla con il ragù di coniglio.
Servire completando con pecorino grattugiato e una macinata di pepe.

TI ASPETTO NELLA MIA SCUOLA DI CUCINA!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Caricamento in corso …

0

Scritto da Sergio Maria Teutonico

Classe
1971, Consulente per la ristorazione, Executive Chef, Sommelier
professionista, esperto di analisi organolettica e scrittore di
successo.
E' nato a Milano nel 1971, città che lo ha visto muovere i suoi primi
passi in ambito enogastronomico.
Insegna nella sua scuola di cucina a Torino "La Palestra del Cibo" e negli
anni è stato protagonista di molti fortunati programmi televisivi tra
cui "Chef per un giorno" e "Colto e mangiato".

granchio2.jpg.jpg

Il granchio nel cestino

Insalata di polpo in verde con fiammiferi di patate vitelotte e zucchine scure

Insalata di polpo in verde con fiammiferi di patate vitelotte e zucchine scure