Ravioli di zucca

Ravioli di zucca
di Sergio Maria Teutonico

Questo inverno rimandato ha dato ai nostri mercati la possibilità di farci trovare ancora prodotti autunnali ottimi, come la zucca. Si sprecano le ricette che utilizzano la zucca ma una delle mie preferite è quella dei ravioli di zucca, buoni, dolci, aromatici e gustosi allo stesso tempo. La preparazione è molto semplice, una volta pronta la farcia basta fare la pasta e stenderla e formare i ravioli. Niente di più semplice, niente di più gustoso!
Ingredienti:
Per la pasta
500 g di farina
5 uova
sale
Per il ripieno
300 g di polpa di zucca gialla
30 g di amaretti
50g di parmigiano grattugiato
1 uovo
buccia di limone grattugiata
noce moscata
sale
pepe
Per condire
burro
parmigiano grattugiato
salvia (facoltativo)
Ravioli di zucca
Il ripieno – tagliate la zucca a piccoli pezzi e raccoglieteli in un tegame, salateli, coprite e cuocete in forno a 180° per circa 40 minuti.
Una volta cotta trasferite la zucca in una terrina e riducetela a purea, aggiungete gli amaretti tritati, il parmigiano, buccia grattugiata di limone, un pizzico di noce moscata e un uovo, salate e pepate.
Amalgamate bene il tutto, coprite il composto e lasciate riposare per qualche tempo.
Qualora la farcia appena preparata fosse troppo morbida potrete addensarla con del pane grattugiato.
Preparare la sfoglia all’uovo – disponete la farina a fontana su di un piano di lavoro, unite le uova e il sale. Impastate con energia ottenendo un impasto liscio. Coprite l’impasto e fatelo riposare una trentina di minuti prima di tirare la sfoglia.
Farcire e servire i ravioli – mettete sul piano di lavoro pulito una striscia di sfoglia larga 5 cm. Spennellatela di acqua e disponete su di essa, nella parte centrale, dei “mucchietti” di ripieno di zucca.
Mantenete una distanza di circa tre cm tra un mucchietto e l’altro.
Ripiegate la striscia di sfoglia sul ripieno.
Sigillatene i bordi con la pressione delle dita.
Tagliate la pasta tra un mucchietto e l’altro utilizzando una rotella tagliapasta o un bicchiere.
Cuocete i ravioli in abbondante acqua salata e saltateli molto delicatamente in padella con burro, salvia e parmigiano a pioggia.

ISCRIVITI AI NOSTRI CORSI DI CUCINA

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Caricamento in corso …

0

Scritto da Sergio Maria Teutonico

Classe
1971, Consulente per la ristorazione, Executive Chef, Sommelier
professionista, esperto di analisi organolettica e scrittore di
successo.
E' nato a Milano nel 1971, città che lo ha visto muovere i suoi primi
passi in ambito enogastronomico.
Insegna nella sua scuola di cucina a Torino "La Palestra del Cibo" e negli
anni è stato protagonista di molti fortunati programmi televisivi tra
cui "Chef per un giorno" e "Colto e mangiato".

tagliolini al nero di seppia con ragù di seppie e moscardini

Tagliolini al nero di seppia e farina di castagne con ragù di seppie e moscardini

Arista di maiale alla senape con mele renette

Arista di maiale alla senape con mele renette