Mi sono Mangiato l’albero di Natale, una strenna di Natale

Mi sono Mangiato l’albero di Natale, una strenna di Natale

Di Sergio Maria Teutonico

Nella Roma antica era usanza scambiarsi doni come buon augurio.

Il periodo natalizio dei romani, come lo concepiamo oggi, coincide grosso modo con le celebrazioni dedicate al dio Saturno ed era anche un  momento importante per la buona sorte reciproca.

mi sono mangiato l'albero di nataleLi nasce il termine strenna.

Forse potrebbe essere associato al nome di una foresta  dove si coglievano ramoscelli di “arbor felix”  le piante fruttifere che simbolicamente portavano buoni auguri a chi li riceveva e a chi li donava.

Il nome strenna?  La selva da cui originariamente venivano colti i ramoscelli era dedicato alla dea Strenia.

Se questo sia vero oppure no io non posso saperlo con certezza assoluta.

Mi piace l’immagine evocativa che genera e quindi la prendo per buona e spero che alcuni di voi facciano altrettanto.

Più modernamente la strenna indica pubblicazioni di poesie e prosa che venivano messe in commercio prima del Natale per essere utilizzate come dono beneaugurale.

 

Io che sono un cuoco attribuisco al  pane ha un profondo significato di buon augurio al pari dei ramoscelli di arbor felix e delle raccolte di poesie.

Sfacciatamente, vi suggerisco di regalare  a  Natale un libro alle persone che amate e se regalate un libro di cucina ancora meglio.

Mi sono mangiato l’albero di Natale è il libro che ho scritto intorno al pane: come prepararlo in casa e come recuperarlo quando avanza.

Un manuale pratico pieno di amore per il cibo che vi invito a leggere e a regalare durante questo magico periodo dedicato a Saturno e al nostro buon Gesù bambino.

Sono convinto che ne valga la pena altrimenti non ve lo direi.

Non accade quasi mai che proponga miei libri ma di questo piccolo tesoro su carta stampata vorrei ne circolassero ancora più copie.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Caricamento in corso …

0

Scritto da Sergio Maria Teutonico

Classe
1971, Consulente per la ristorazione, Executive Chef, Sommelier
professionista, esperto di analisi organolettica e scrittore di
successo.
E' nato a Milano nel 1971, città che lo ha visto muovere i suoi primi
passi in ambito enogastronomico.
Insegna nella sua scuola di cucina a Torino "La Palestra del Cibo" e negli
anni è stato protagonista di molti fortunati programmi televisivi tra
cui "Chef per un giorno" e "Colto e mangiato".

Torta sublime al cioccolato senza lievito

Torta sublime al cioccolato senza lievito

Polenta di castagne e baccalà

Polenta di castagne e baccalà