Maltagliati integrali con segale e piselli

Maltagliati integrali con segale e piselli al profumo di mare

di Sergio Maria Teutonico

Squisita, ma molto semplice, i maltagliati si preparano in un attimo e non necessitano di molta tecnica (basta tagliarli male!!!) e il condimento è ricco di sali minerali e vitamine ed è caldo e saporito.

Questo inverno confuso fatto di temperature che variano e che ci fanno pensare alla primavera mi ispira una ricetta confortante e ricca di vitamine.

Oggi vi spiego come preparare una deliziosa minestra di maltagliati integrali con piselli e uova di lompo.

A proposito delle uova di Lompo: molti le chiamano ” il caviale dei poveri” si ottengono da un pesce che non somiglia nemmeno lontanamente allo Storione (da cui si ricava il vero caviale).

Il sapore delle uova di Lompo non si può certo paragonare a quelle dello Storione ma servono allo scopo per il loro sapore sapido e intenso.

Quindi le ho usate proprio perché si trovano comunemente nei banchi dei supermercati e sono sempre curioso di impiegare gli ingredienti più comuni cercando di valorizzarli al meglio, se possibile.

 

Ingredienti:
300 g farina integrale ( per i maltagliati va bene anche la semola oppure la 00)
150 g latte
300 g segale integrale (ammorbidita in acqua almeno 6 ore)
200 g piselli (quelli in scatola sono perfetti)
1 cipolla
uova di lompo a piacere
2 l brodo vegetale (sedano, carota, una patata e una cipolla)
erbe aromatiche a piacere ( io uso rosmarino, timo, alloro e poco origano)
olio extravergine di oliva
sale
pepe
Maltagliati integrali con segale e piselli al profumo di mare

Come fare?

In una pentola rosolare in poco olio la cipolla tritata e, appena pronta, unirvi i piselli e le uova di lompo.

Lasciare insaporire qualche minuto, aggiungere le erbe aromatiche scelte e quindi la segale.

Mescolare con cura, ricoprire con abbondante brodo e lasciare cuocere a fuoco vivo per una quarantina di minuti.

E’ importante che vuoi seguiate la cottura per evitare che il fondo si attacchi, o peggio ancora, rischi di bruciare rovinando tutto.

Intanto preparare i maltagliati: impastare la farina con l’acqua e un pizzico di sale a formare una massa compatta e liscia.

Lasciarla a riposo per una trentina di minuti per poi stenderla con il mattarello ricavandone una sfoglia sottile tre millimetri.

Dalla sfoglia tagliare rettangoli di varia dimensione e lunghezza, i maltagliati sono pronti in pochissimo tempo!.

Quando la segale sarà cotta aggiungere i maltagliati facendoli cuocere nella minestra e se il tutto fosse un pochino troppo asciutto allungare con dell’acqua o con del brodo.

Regolare di sale e di pepe quindi servire la minestra di maltagliati bollente o tiepida con un filo di olio a crudo.

ISCRIVITI AI NOSTRI CORSI DI CUCINA

Torna su
Close
Scegli tra i Tags
Scegli per Autore
Non perdiamoci di vista...

Le mie migliori ricette nella tua casella di posta!

SEGUI I MIEI CORSI ONLINE!
GRATIS