Lo Chef Teutonico e le Ladies di Radio Capital presentano: lo sformato di cardi!

Sformato di cardi
di Sergio Maria Teutonico
La buona cucina è onesta, sincera e semplice.
Elizabeth David, Cucina tradizionale francese, 1951
Mai più di oggi concordo con miss David nel dire che la cucina deve essere semplice, per questo prepariamo insieme alle mie dolci ladies di Radio Capital uno sformato di cardi che più facile di così non ce n’è!
lo sformato di cardi non solo è saporito, fa anche  molto bene perché i cardo consente l’eliminazione dei radicali liberi, in più depura da tossine e scorie. È ricco di fibre, di acido folico e contiene magnesio, calcio e potassio. Alleato della linea, il cardo è poco calorico quindi possiamo permetterci di fare il bis di sformato di cardo!!
Stavolta sono quasi certo che questa ricetta sia persino livello Betty! Silvia, assaggia per noi! Vediamo come preparare questo delicato e squisito sformato di cardi!
sformato di cardi
Ingredienti:
400 g cardi
2 uova
300 g patate
In aggiunta se volete: acciughe, sale, pepe, pangrattato
come fare:
Pulite i cardi e tagliateli a pezzettoni.
Pelate le patate e tagliatele a cubetti.
Lavate gli ortaggi con un po’ di acqua, quindi raccogliete tutto in una casseruola, ricoprite di acqua, salate e lasciate cuocere lentamente per una ventina di minuti.
Quando tutto sarà cotto e l’acqua evaporata, aggiungete le acciughe sminuzzate, il pepe e le uova, amalgamate il tutto e versate il composto in uno stampo unto e cosparso di pangrattato.
Cuocete in forno a bagnomaria a 130° per 40 minuti.

Spero piaccia a voi e alle mie ladies!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Caricamento in corso …

0

Scritto da Sergio Maria Teutonico

Classe
1971, Consulente per la ristorazione, Executive Chef, Sommelier
professionista, esperto di analisi organolettica e scrittore di
successo.
E' nato a Milano nel 1971, città che lo ha visto muovere i suoi primi
passi in ambito enogastronomico.
Insegna nella sua scuola di cucina a Torino "La Palestra del Cibo" e negli
anni è stato protagonista di molti fortunati programmi televisivi tra
cui "Chef per un giorno" e "Colto e mangiato".

Peperoni imbottiti di melanzane e zucchine

Pie di pollo e gorgonzola