Il budino inglese

Budino inglese
di Sergio maria Teutonico
Il budino è da sempre il dolce più conosciuto e mangiato sopratutto dai bambini. Il budino è zuccherino, ha una consistenza morbidissima ed è di facile preparazione quindi anche le mamme sono felici di farlo! Io oggi ho voluto preparare una variante del budino che comprende il rum, quindi ho scelto una ricetta “per adulti”, ma vi basterà eliminarlo se volete propinare il vostro budino anche ai piccoli! Vediamo insieme come preparare questo gustoso dessert!
 
budino inglese
Ingredienti:
500g di latte
5 uova
200g di zucchero
150g di farina
60g di burro
100g di rum
½ limone
un pizzico di sale
Trasferite 80g di zucchero in un pentolino, unite un cucchiaino di succo di limone e 4 cucchiai di acqua e cuocete senza mescolare fino ad ottenere un caramello ambrato.
Versatelo in uno stampo da budino della capacità di 0,7 litri e distribuitelo sul fondo e sui bordi.
Sciogliete il burro in una casseruola, unite la farina in un solo colpo, mescolate e unite il latte tiepido. Fate cuocere la besciamella dolcemente per 5-6 minuti. Trasferite il composto in una ciotola, aggiungete lo zucchero rimasto e mescolate. Lasciate che raffreddi e nel mentre separate i tuorli dagli albumi, unite i primi al composto e montate i secondi a neve ferma. Incorporate gli albumi al composto dopo aver unito anche il rum. Trasferite il tutto nello stampo e cuocete in forno a bagnomaria a 160° per circa 1 ora e mezza. Togliete dal bagnomaria e fate cuocere ancora 20 minuti a 180°.
Lasciatelo raffreddare in frigorifero per almeno 4 ore prima di sformare e servire.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Caricamento in corso …

0

Scritto da Sergio Maria Teutonico

Classe
1971, Consulente per la ristorazione, Executive Chef, Sommelier
professionista, esperto di analisi organolettica e scrittore di
successo.
E' nato a Milano nel 1971, città che lo ha visto muovere i suoi primi
passi in ambito enogastronomico.
Insegna nella sua scuola di cucina a Torino "La Palestra del Cibo" e negli
anni è stato protagonista di molti fortunati programmi televisivi tra
cui "Chef per un giorno" e "Colto e mangiato".

Zuppa di zucca e panettone con amaranto alle erbe

peperoni ripieni di zucchine e patate

Peperoni ripieni di zucchine e pane