I grammi vanno indicati correttamente

Grammi e  centilitri… Scriviamo in maniera corretta

Di Sergio Maria Teutonico

Quando si parla di quantità di un prodotto alimentare ( e non solo) si dovrebbe utilizzare questa regola: le unità di volume si utilizzano per i liquidi, unità di massa per gli altri prodotti.
Si dovrebbe indicare la quantità numerica seguita immediatamente il simbolo dell’unità di misura che si applica.
Uso il condizionale perché spesso si sbaglia quando si forniscono questi dati e allora accade che l’anarchia genera simpatici siparietti dove abbiamo Gr al posto di g, Kili al posto di Chilogrammi, LT al posto di L o litri.
Mi accorgo che a volte anche io sbaglio quindi faccio pubblica ammenda ma, una volta per tutte, cerco di fare chiarezza sulla questione.
Dobbiamo indicare in questo modo i valori:

  • litro, L o l
  • centilitro o cl
  • millilitro o ml
  • grammo o g
  • chilogrammo o kg

pongo l’accento anche sulla questione degli alcolici, ovvero, leggo a volte cose davvero originali quando indichiamo il titolo alcolometrico di un vino ad esempio ( insomma quanti gradi ha) e in ogni caso il discorso vale per ogni alimento che abbia un contenuto alcolico superiore al’ 1,2% espresso in volume.
Il modo corretto di esprimere questo valore è: 13%vol. Tutte le altre diciture sono inesatte come 13° – 13 gradi – 13° vol.
se poi parliamo di temperature ce la caviamo meglio, vedo meno strafalcioni. Il modo corretto di indicare la temperatura è il seguente: 10°C dove la lettera “C” sta per Celsius e non per centigradi.
Da oggi presterò anche io maggiore attenzione a queste cose, sono piccole ma importanti e tutti dovremmo fare la nostra parte.

Commenti

Lascia una risposta
  1. Giusto! Viene abbastanza naturale scrivere gr ma effettivamente non si può vedere! Mi impegno pubblicamente a controllare il mio blog e correggere eventuali inesattezze e strafalcioni.
    Grazie chef

  2. Ok, sono una di quelli da rimandare a settembre!!! 🙁
    Mi viene da scrivere gr… mi associo a Chiara e ricontrollo il mio blog.
    Grazie Chef

  3. Sarebbe indicato scrivere bene anche altri.
    Magari evitare la virgola tra soggetto e predicato verbale, vedi il titolo di questo articolo.

    • Grazie Rossana, sei molto gentile.
      Il tuo suggerimento è corretto e ho apportato le modifiche. Un curioso refuso non visto dalla mia ignoranza ma visto da te per fortuna.
      SMT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Caricamento in corso …

0

Scritto da Sergio Maria Teutonico

Classe
1971, Consulente per la ristorazione, Executive Chef, Sommelier
professionista, esperto di analisi organolettica e scrittore di
successo.
E' nato a Milano nel 1971, città che lo ha visto muovere i suoi primi
passi in ambito enogastronomico.
Insegna nella sua scuola di cucina a Torino "La Palestra del Cibo" e negli
anni è stato protagonista di molti fortunati programmi televisivi tra
cui "Chef per un giorno" e "Colto e mangiato".

astice aragosta sentono dolore

Astice, aragosta…. punti di vista discordanti.

la focaccia di chieri

La Focaccia di Chieri perfetta