Ciambelline di patate (graffe a modo mio)

Ciambelline di patate (graffe a modo mio) morbidissime e facili da realizzare

di Sergio Maria Teutonico

A Carnevale è impossibile rinunciare ad assaggiare almeno uno dei tantissimi dolci del periodo!

C’è chi predilige le “chiacchiere” o “bugie” e chi, come me, ama anche le ciambelline di patate!

Sono meno famose ma altrettanto deliziose.

Il loro punto di forza è la sofficità avvolta nella croccantezza zuccherina che le contraddistingue.

Ingredienti:
500 g farina 00
200 g patate lesse
80 g latte intero
60 g zucchero semolato
60 g burro
25 g di lievito di birra fresco
3 uova
3 g di sale fine
la scorzetta di un limone grattugiata (oppure di arancia)
zucchero a velo
olio per friggere

Ciambelline di patate (graffe a modo mio) 6

Come fare?

In una ciotola capiente sciogliere il lievito nel latte con poca farina lasciandolo poi a riposo (coperto con pellicola) per una trentina di minuti.

Dopo il riposo aggiungere le uova e il sale e lavorare il composto mescolando con cura.

Ora aggiungere metà della farina, la scorza del limone grattugiata e proseguire nell’impasto.

Unire via via lo zucchero, il burro ammorbidito e altra farina alternando gli ingredienti.

Come ultimo ingrediente incorporare le patate schiacciate e ridotte in purea.

Si otterrà un composto liscio e lavorabile, qualora fosse troppo morbido aggiungere poca.farina per equilibrarlo.

Lasciare l’impasto a riposo per dieci minuti.

Dopo il riposo ricavare dei cilindri dall’impasto spessi circa due centimetri.

Tagliarli in parti di 10 centimetri circa e arrotolare i pezzi a formare delle ciambelline.

Aiutarsi con poca farina qualora servisse.

Disporre le ciambelline su una teglia unta e dopo averle coperte lasciarle lievitare per un’ora circa.

Dopo la lievitazione friggere in abbondante olio non troppo caldo ( 170°C) facendo prendere colore alle graffe.

Scolarle e cospargerle di zucchero a velo o anche con zucchero semolato.

ISCRIVITI AI NOSTRI CORSI DI PASTICCERIA

corsi di cucina online sergio maria teutonico

Commenti

Lascia una risposta
  1. Ciao SMT,
    le ho provate e sono fantastiche! Secondo me la scorza d´agrumi andrebbe raddoppiata.
    Secondo te, l´olio di arachidi per la frittura é una buona scelta?
    E se volessi aggiungere una punta di liquore, cosa mi suggeriresti?

    Grazie mille,
    Saluti,
    Chris

    • Ciao Chris,
      sono contento che ti sia piaciuta la mia ricetta.
      Circa le aromatizzazioni sono soggettive, a mio gusto sono calibrate correttamente ma tu sei padrone di giocare come più ti piace!
      Tradizionalmente non è previsto l’uso di alcool per evitare bolle anomale ma se dovessi aggiungere un “profumo” in più userei del maraschino per una nota dolce, oppure dell’cointreau per una nota agrumata o ancora del rhum per un pochino di carattere in più.
      L’olio di semi di arachide è perfetto.
      A presto
      SMT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Caricamento in corso …

0

Scritto da Sergio Maria Teutonico

Classe
1971, Consulente per la ristorazione, Executive Chef, Sommelier
professionista, esperto di analisi organolettica e scrittore di
successo.
E' nato a Milano nel 1971, città che lo ha visto muovere i suoi primi
passi in ambito enogastronomico.
Insegna nella sua scuola di cucina a Torino "La Palestra del Cibo" e negli
anni è stato protagonista di molti fortunati programmi televisivi tra
cui "Chef per un giorno" e "Colto e mangiato".

cantucci (24)

Cantucci o biscotti alle mandorle

Deliziose alle nocciole

Deliziose alle nocciole